• Front.jpg
    Back.jpg

    Camperchi Merlot is the most important wine of Camperchi Winery in Tuscany, Italy. The label design shows the spirit of the wine with the usage of elegant typography. 


    Designed by Miguel Quiroga | MP&A

    Country: Argentina

    City: Mendoza




  • Guydogguydog

    Eric Collins spent three years watching diners dock their boats at Sam's Anchor Cafe, the waterfront establishment where he works on San Francisco Bay, but could never afford to buy his own — until now. The San Franciscan purchased a Chris Craft Launch 25 three weeks ago, only after learning that he could subsidize the cost on a peer-to-peer (or as the company calls it, "pier-to-pier") boat-sharing service.

    Boatbound, essentially an Airbnb for boats, has been steadily growing since its launch in 2012. The site is fresh off a recent financing round that raised $2.5 million, and lists nearly 2,000 boats — a far cry from the approximately 20 it started with. But perhaps more importantly than its financial success, Boatbound is making boating more accessible to the public. 

  • HTC One M8 è uno smartphone dotato di un'importante scheda tecnica, di una modalità di ricarica che ci ha convinto e di un design davvero molto elegante (peccato per la resistenza, che non pare essere proprio il massimo nel drop test che vi abbiamo proposto). Rispetto alla concorrenza, però, il top gamma dei taiwanesi è dotato della certificazione IPx3, il che vuol dire che resiste alle cadute di gocce d'acqua o pioggia fino a 60° dalla verticale, ma che non resiste a getti e situazioni più pericolose: resistenza che, invece, è garantita da Samsung Galaxy S5.

    Forse per ovviare a questo problema, nella confezione di HTC M8 i taiwanesi hanno deciso di inserire anche una cover in silicone, per coprire - con jack sempre in silicone - le porte micro USB e audio della parte inferiore: il telefono non diventa totalemente impermeabile - questo è ovvio -, però è senz'altro più protetto quando il contatto con l'acqua è maggiore. Starete pensando che HTC ha fatto un errore a non dotare il suo M8 della stessa resistenza di molti competitor, e, nel caso, la penseremmo come voi, visto che la resistenza all'acqua e alla polvere - la completa resistenza - dovrebbe essere un must per un telefono di nuova generazione venduto a un prezzo del genere.

    La scheda tecnica di HTC One M8

    htc one m8
    HTC One M8, insomma, è promosso ma non a pieni voti. Vi lasciamo, come di consueto, alla scheda tecnica:

    • Sistema operativo: Android 4.4 KitKat con Sense 6.0;
    • Display touchscreen 5″ Full HD 1920×1080;
    • Fotocamera Duo con tecnologia HTC UltraPixel e LED Dual Flash, funzione Primo Piano, Stagioni, Copia e Incolla e Dimension Plus per visualizzare le immagini da diverse angolazioni inclinando lo schermo del dispositivo;
    • Video a 1080p e in Slow Motion;
    • Batteria da 2600 mAh con modalità Extreme Power Saving;
    • Processore Qualcomm Snapdragon 801, 2.3GHz quad-
      core CPU;
    • RAM: 2GB;
    • Tecnologia NFC;
    • Connettività: GPS, Wi-fi, Bluetooth;
    • Memoria da 16GB espandibile tramite Micro SD fino a 128 GB;
    • Nano SIM;
    • Accelerometro, sensore di prossimità, giroscopio, sensore barometro;
    • Processore: Snapdragon 801 da 2.3GHz;
    • Dimensioni 146.36×70.6×9.35 per 160 gr.
  • Sulla carta, tutti e tre gli smartphone protagonisti di oggi - Samsung Galaxy S5, iPhone 5S e HTC One M8 - sono molto resistenti, e ce lo si aspetta pure, visto che tutti e tre hanno prezzi elevatissimi (anche se a favore di Samsung andrebbe una recente, ma non ancora confermata, riduzione di circa 100 euro). Nella realtà, però, il risultato di questo drop test lascia un bel po' a desiderare, perché a far registrare una buona resistenza non sono tutti e tre i telefoni ma solo Samsung Galaxy S5, in uscita la prossima settimana.

    Il drop test che vedrete, per chi non ne avesse mai visto uno, è strutturato in varie parti: chi ha realizzato il video - Tech Smartt - ha in pratica fatto cadere il telefono in vari modi, simulando fatti che possono avvenire nella vita reale per un totale di quattro. Sottolineiamo, però, che, pur essendo interessanti, non sempre i test di caduta sono attendibili: dipende molto dal caso e anche dal punto dello smartphone in cui avviene il contatto fra la superficie di arrivo (quindi l'asfalto in questo caso) e il telefono.

    I risultati del drop test

    drop test samsung galaxy s5 iphone 5s htc one m9
    Vedrete che Samsung Galaxy S5 uscirà dalla prova trionfante: due tre graffi, a fronte di un display di iPhone 5S e HTC One M8 quasi completamente distrutto: non una bella figura, insomma, ma - lo ripetiamo - si tratta di test soggetti al volere del caso e non perfettamente attendibili. Chi di voi si aspettava risultati diversi dai tre smartphone in questione?

    Via | Phone Arena

  • Le T-shirt du jour est édité par All Kings Die, une marque indépendante qui nous vient tout droit de Glasgow. Et il a tout ce qu'il faut pour plaire : une illustration en résonance avec le nom du label, un joli traité (qui nous rappelle un peu le style des paquets Camel…) et une base crème mouchetée bien stylé. Concept, clean, efficace…

    All Kings Die. Et les pharaons égyptiens aussi ! Bon… eux avaient quand même un traitement de faveur et leurs gigantesques sépultures sont encore là pour nous le rappeler…

    Notre TOTD vient d'être fraîchement dévoilé par AKD, une label écossais dont nous avions déjà présenté la dernière collection estivale (2013). Proposé en slim fit du S au L, « Cream Speckled Pyramid » est affiché au prix de £24.99. Et disponible ici. Enjoy!

    [TOTD] Cream Speckled Pyramid by AKD

    [TOTD] Cream Speckled Pyramid by AKD

    [TOTD] Cream Speckled Pyramid by AKD

    [TOTD] Cream Speckled Pyramid by AKD


  • Ca fait toujours plaisir de voir un label allemand nommer sa collection en français :) Il faut préciser que Thickasabrick est basé à Aachen, plus connue chez nous comme Aix-la-Chapelle. Et que c'est la ville la plus à l'ouest de l'Allemagne. Leur dernière capsule se compose de 2 sweats, 2 tee-shirts et 2 snapbacks hyper minimalistes et super soignés… LookBook, vidéo et infos dans la suite de notre billet…

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Noire simplicité. C'est le thème de cette superbe collection « Nuit Blanche » récemment dévoilée chez Thickasabrick « aix l'apparel », un label super bien brandé fondé en 2012 chez nos voisins germaniques. Même si on privilégie les tee-shirts, on est pas restés insensibles aux sweats et aux snapbacks, qui se complètent à merveille !

    Ci-dessous une partie du superbe LookBook réalisé pour l'occasion. Pour info, les 2 tees « Ambi » et Invert Logo » sont affichés à 24€/pièce sur une base 100% coton bio, du S au L selon disponibilité. Si ça vous titille, dépêchez-vous, car il ne reste déjà plus grand chose ! Classe.

    NB : Rejoignez-nous vite sur Instagram… Une petite surprise vous y attend :)

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche

    Thickasabrick – Nuit Blanche


  • One of the Bochum metro shelters by Despang Architekten (Photo: Olaf Baumann)
    Exposed street escalators in Bochum, Germany, have been given a new lease of life with clever shelter designs by Despang Architekten. Described by the architects as "urban waterfalls," the seemingly simple shelters had to be tough enough to withstand the impact of a large truck, while presenting an elegant glass entrance to the underground metro. A series of metal supports covered in glass sheets allow rainwater to cascade over the sides, producing the waterfall effect. The ribbed steel structure also protects against vandalism.

  • Johnny Hermann sarà presente al Fuorisalone 2014. Il designer con la passione per il mock-up esporrà i suoi "Wooden Popsicle" da Cavalli e Nastri. Chissà se saranno accompagnati dalla scritta "guardare, non mangiare"!

    Wooden Popsicle di Johnny Hermann

    Ancora un evento degno di nota per il Fuorisalone 2014. Il designer Mauro Savoldi, al secolo Johnny Hermann, sarà uno dei protagonisti del progetto DesignOFFsite che prevede delle vere e proprie "invasioni di campo" del design in negozi milanesi che trattano tutt'altro. E così la bottega di abiti e accessori vintage Cavalli e Nastri, sita in via Gian Giacomo Mora al numero 3, ospiterà una singolare esposizione del mock-up artist più ispirato di casa nostra.

    Wooden Popsicle di Johnny Hermann

    Wooden Popsicle di Johnny HermannWooden Popsicle di Johnny HermannWooden Popsicle di Johnny HermannWooden Popsicle di Johnny Hermann

    Nome delle creature di Johnny Hermann è "Wooden Popsicle", dei simpatici ghiaccioli in legno decorati con pitture e lavorazioni varie della materia. I deliziosi oggettini sono interamente fatti a mano e hanno un design minimale, praticamente fedelissimo alle loro versioni originali. Questo perché l'obiettivo di Hermann è ottenere un effetto nostalgia che in verità ben si sposa con l'ambiente retrò del negozio.

    L'inaugurazione della mostra, che consterà di 150 pezzi tutti differenti, sarà il prossimo 9 aprile dalle h.18:00 alle 22:00. Per gli altri giorni, compreso l'8 aprile, data di inizio del Salone del Mobile, gli orari di apertura saranno i medesimi di quelli dello store: Lunedì: 14.30 - 19.30 e dal Martedì al Sabato: 10.30 - 19.30.

    Nell'attesa di vedere dal vivo le opere, vi suggeriamo di guardare le foto in gallery per avere un assaggio di ciò che potrete trovare in esposizione. Il lavoro di mock-up di Hermann è perfetto, divertente e originale. Ora non resta che attendere il live per dare un'occhiata da vicino a questi oggetti che promettono di animare i più dolci ricordi d'infanzia.


  • Firstkiss

    First kisses are awkward. And scary. And uncomfortable. And if you're lucky, it can be romantic enough to make your knees wobble.

    Los Angeles-based filmmaker Tatia PIlieva, along with Wren Studio, managed to capture those heart-stopping and breathtaking moments by asking 20 strangers to kiss for the first time on camera. The result is a candid look at love, romance and chemistry.

  • iWatch-sensori-ottici

    Lo smartwatch della Mela potrebbe essere dotato di sensori ottici per la misurazione dei battiti cardiaci e del livello di ossigeno nel sangue

    Sun Chang Xu, analista del sito cinese Electrical Engineering Times, ha raccolto alcune indiscrezioni sull'attesissimo iWatch presso alcuni fornitori di componenti che sarebbero a conoscenza delle tecnologie che verranno utilizzate nello smartwatch della Mela.

    In particolare Apple dovrebbe utilizzare per il futuro iWatch dei sensori ottici posti sul retro del dispositivo a diretto contatto con il dorso del polso per misurare vari parametri biometrici, come i battiti cardiaci ed i livelli di ossigeno nel sangue.

    Diversi dispositivi per il fitness utilizzano infatti questi sensori, poiché molto compatti e semplici da integrare, che si basano su una sorta di fotocamera in grado di riprendere il sangue che scorre nelle vene e nelle arterie. Appositi LED emettono una luce che attraversa la pelle ed i tessuti, le diverse lunghezze d'onda assorbite vengono rilevate dal sensore ottico, che permette così di determinare vari parametri biometrici, come i battiti cardiaci o la concentrazione di ossigeno nel sangue, utile per chi svolge attività sportive, ma anche la concentrazione di glucosio nel sangue, utile per tenere sotto controllo la glicemia.

    Tipicamente questi sensori ottici vengono posti sul polpastrello dell'indice, dove è più facile riprendere il sangue che scorre, tuttavia esistono dei dispositivi che utilizzano i sensori ottici proprio sul dorso del polso, come lo smartwatch MIO Alpha, che misura i battiti cardiaci proprio attraverso un sensore ottico posto sul retro del dispositivo, come visibile nella foto qui sopra.

    L'utilizzo di questi sensori potrebbe anche fornire un'indicazione sul possibile design dell'iWatch, secondo il CEO di MIO infatti lo smartwatch deve essere molto aderente al polso affinché il sensore possa funzionare correttamente ed essere preciso nelle misurazioni. Questo dettaglio metterebbe quindi fuori gioco tutti i mockup che immaginano l'iWatch come un bracciale che può muoversi liberamente intorno al polso, facendo invece propendere per un dispositivo simile ad un orologio, con un cinturino che deve far aderire bene la cassa al polso.





  • On ne vous a encore jamais présenté le label Das Monk… Et honte à nous ! Car ce collectif australien propose une ligne de tee-shirts variés et bien calés. Depuis 2007, ils allient leur amour pour les arts graphiques à la mode vestimentaire, en développant des designs intemporels à base d'illustrations et de photos. Une collection pointue sur un fond de DIY à découvrir de toute urgence dans la suite du billet…

    Né dans les rues colorées de Sydney, en Australie, Das Monk est le fruit d'une collaboration entre les frères et sœurs Marc et Brooke Hendrick. A l'origine, le projet a démarré comme un simple échange créatif avec l'artiste anglais Tim Laing. Mais rapidement, l'idée d'étendre l'aventure à un collectif s'est vite imposée. D'année en année, la team s'est étoffée et compte aujourd'hui une cinquantaine d'artistes internationaux, sélectionnés pour leur fraîcheur mais aussi pour leur proximité idéologique avec la marque.

    Résultat : une ligne à la fois riche, hétéroclite mais cohérente, combinant vieux briscards et nouveaux talents. Ci-dessous l'ensemble des modèles actuellement disponibles sur le shop. Certains sont déclinés en plusieurs coloris et tous sont proposés du S au XL, avec des prix allant de de $18 à $60 AUD. Incontournable…

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective
    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

    Das Monk   Independent Artist Collective

AHOS. Powered by Blogger.